profilo


Vydia editore nasce nel 2011, naturale e fortemente voluto proseguimento dell’esperienza imprenditoriale di Luca Bartoli nell’ambito dell’editoria d’arte, che con il marchio Vydia (termine sanscrito che indica “la conoscenza che verte sui principi cardine della natura e delle cose”) ha prodotto volumi di grande pregio e ricercatezza, pubblicando capolavori classici, quali Paulus e la Divina Commedia, illustrati da artisti di chiara fama.

Nella profonda convinzione del valore sociale ed esistenziale della cultura, e grazie alla collaborazione di un team giovane e appassionato, nasce il progetto Vydia editore, con le prime due collane,  I Veli Licenze.

I VELI è una collana di narrativa che spazia nei generi e nella geografia, prestando attenzione agli autori del territorio e affiancandoli ad altri di richiamo nazionale. Tra i titoli più significativi relativi alla narrativa: il romanzo La strada è un libro aperto di Andrea D’Urso (già finalista al Premio Calvino), il romanzo-reportage Chi brucia. Nel Mediterraneo sulle tracce degli harraga di Marco Benedettelli, il giallo sociale Nell’afa del giornalista Pierfrancesco Curzi (pubblicato in una nuova edizione nel 2018 con l’introduzione del Rettore dell’Università Politecnica delle Marche Sauro Longhi) e la raccolta di racconti L’erba dagli zoccoli di Tullio Bugari. Vydia ha voluto prestare inoltre una particolare attenzione alla saggistica rivolta a un’esplorazione originale della regione Marche, attraverso due speciali progetti antologici, entrambi curati da Cristina Babino: Femminile plurale. Le donne scrivono Le Marche, volume dedicato alla scrittura contemporanea al femminile della regione, e S’agli occhi credi. Le Marche dell’arte nello sguardo dei poeti, un elegante e suggestivo percorso di reinterpretazione di capolavori dell’arte delle Marche riscritti da alcune tra le più significative voci poetiche marchigiane.

LICENZE  è una collana dedicata a opere di poesia contemporanea, inaugurata dal volume Scuola di poesia di Massimo Sannelli. Sono seguiti nel tempo alcuni dei nomi più importanti del panorama italiano per quel che riguarda la poesia aggiornata, raccolte di autori stranieri e di prestigio internazionale in prima traduzione italiana, opere prime di voci emergenti a segnare il passo di un linguaggio in continua evoluzione. Questi alcuni dei titoli che hanno impreziosito la collana Licenze, conseguendo premi e riconoscimenti di rilievo nazionale: Appunti dal Parco di Francesca Matteoni (premio Tirinnanzi 2013), Lettere della Fine di Nadia Agustoni (Premio Nazionale “Interferenze” – Bologna in Lettere 2017, Finalista Premio Nazionale “Elio Pagliarani” 2016, Premio Nazionale di Poesia “Oreste Pelagatti” 2016), Erba e aria di Fabio Franzin (Premio Internazionale “Don Luigi Di Liegro” 2017, Premio Speciale Poesia Edita in dialetto – Premio Nazionale “Thesaurus- Albarella” 2017). Per la poesia straniera contemporanea in prima traduzione italiana ricordiamo inoltre Dieci bozze di Rachel Blau DuPlessis, tradotto da Renata Morresi (premio Mibact per la traduzione 2014 e premio Marazza per la traduzione poetica 2014) e Pastorali di John Taggart, tradotto da Cristina Babino (premio Marazza giovani per la traduzione poetica 2014).

Nel 2018 nascono poi due nuove collane:

NEREIDI, collana di poesia dalla veste grafica rinnovata, agile ed elegante, rivolta a voci poetiche nuove e già affermate, inaugurata con la raccolta Sespersa di Alessandra Carnaroli (introduzione di Helena Janeczek)

I FAUNI, collana dedicata alla saggistica, con una particolare attenzione al nostro territorio.

Vydia editore si dedica quindi oggi alla pubblicazione di libri di poesia, saggistica e narrativa, scelti per la loro qualità, e si rivolge ad autori esordienti o già affermati che vogliano proporci lavori inediti e non.

Tutti i nostri libri sono realizzati con cura, perché alla ricerca e all’approfondimento sulla scrittura corrisponda l’attenzione all’editing e la bellezza della veste grafica, oltre a una collaborazione diretta e trasparente con gli autori.

Un piccolo editore indipendente oggi può permettersi pochi lussi, ma può sceglierli bene.

Il nostro è pubblicare con cura solo quello che vale.

 

 

  • Luca Bartoli, editore.
  • Cristina Babino, responsabile editoriale, si occupa di editing e comunicazione.
  • Eleonora Morresi cura la gestione della casa editrice, in particolare riguardo i contatti con la rete commerciale e la supervisione dell’area amministrativa.
  • Eleonora Tamburrini è docente in materie letterarie nelle scuole superiori. Dopo essersi occupata di editing e comunicazione, collabora ora esternamente con Vydia per attività di organizzazione eventi e promozione.