ERBA-E-ARIA-cover-sito

Erba e aria

12.00

Descrizione prodotto

“(…) Chi conoscesse solo i testi di “fabrica” di Franzin potrebbe rimanere sorpreso da questi inediti, che pare vengano da un altro pianeta o da un altro autore. Ma – vedi già con “Mus.cio e roe”, “muschio e spine”, 2007 – sono versanti interconnessi. L’indignazione e la denuncia di ingiustizie e violenze che – nelle fabbriche e fuori – la legge del profitto produce, sono necessità vitali per chiunque voglia re-agire (essere re di sé), per rivendicare il diritto alla felicità e alla propria essenza umana. Nella denuncia la gioia è presente in negativo, è film della sua mancanza. Qui siamo immersi “nell’attimo di infinito” del ristoro necessario – fuori dall’alienazione da cemento, macchine, oggetti – cercato nel respiro di una natura resistente (..).
Poesie, dunque, di tali attimi/ansimi del bisogno vitale di recupero di energie e senso umano. (…)”

(da una nota di lettura di Adam Vaccaro)